Cosa posso fare se il tracking della mia spedizione è fermo?

Asendia mette a disposizione un servizio di tracking online per verificare lo stato della propria spedizione. Se questa è ferma, non significa che vi siano dei problemi.

Innanzitutto è necessario sapere che non tutti prodotti inviati con Asendia hanno una completa tracciabilità. L’azienda cliente, assieme al consulente Asendia, deve decidere il livello di servizio che vuole offrire ai propri clienti finali.

  • Standard Goods: per pacchi da 0 a 2 kg, senza tracciabilità. Con questo tipo di spedizione, l’azienda e i clienti finali non avranno un numero di tracking e non potranno verificare lo stato della consegna.
  • Country Tracked Goods: per pacchi da 0 a 2 kg, con tracciabilità fino al paese di destino. In questo caso l’azienda e i clienti finali potranno controllare lo stato della spedizione solamente finché giunge al paese di destinazione. Ciò significa che, da quel momento in avanti, non si avranno aggiornamento del tracking, che quindi potrebbe risultare “fermo” per questo motivo. In realtà, la spedizione procede con il vettore locale (poste del paese di destinazione), senza tuttavia rilasciare feedback sullo stato di avanzamento.
  • Fully Tracked Goods: per pacchi da 0 a 2 kg, con tracciabilità completa. In questo caso il fatto che il pacco risulti “fermo” potrebbe dipendere da diversi motivi. Più frequentemente, il problema si può avere per motivi doganali.
  • Premium Goods :per pacchi da 0 a 30 kg, con tracciabilità completa. Anche in questo caso, le problematiche più frequenti nelle spedizioni internazionali potrebbero essere di tipo doganale.

Per le opzioni che prevedono tracciabilità, attraverso il sistema di tracking Asendia è possibile verificarne lo stato.

Se il pacco è in attesa da un tempo ritenuto incongruo o diverso dalle aspettative, l’azienda può contattare il consulente dedicato Asendia per avere spiegazioni, o piuttosto il servizio di Customer Care che potrà fornire spiegazioni immediate, oppure prendere in carico la richiesta e, se del caso, attivare una procedura per comprendere l’accaduto e riferirlo al cliente.

Il cliente finale destinatario del pacco non è mai tenuto a chiamare direttamente il Customer Care Asendia, ma sempre a riferirsi al proprio fornitore per avere notizie in merito.