I vincitori dei Lions Award di Cannes per la carta stampata conquistano il pubblico di ogni età

20 agosto, 2016

vincitori Lions Award Cannes

I recenti Lions Award di Cannes hanno premiato alcune incredibili campagne di marketing, compresa un’innovativa ed eccezionale opera editoriale cartacea.

È interessante notare come alcune di queste campagne siano destinate specificamente ai bambini, essendo risaputo che si tratta di una fascia d’età alla quale è fondamentale rivolgersi, soprattutto per le iniziative di carattere educativo.

Due delle campagne celebrate dai Leoni di Cannes, Paper Glasses e Politibooks, affrontano entrambe argomenti seri adottando un approccio divertente.

Paper Glasses, di Save the Children e Santillana, è una campagna sanitaria lanciata a Città del Messico che descrive se stessa come “un semplice esame visivo per far sì che i bambini continuino a frequentare la scuola”. Paper Glasses - il cui scopo è quello di contrastare l’elevato tasso di abbandono scolastico causato dai problemi della vista - consiste in un paio di occhiali di cartone nero, con dei fori là dove dovrebbero trovarsi le lenti. Questi occhiali sono stati inseriti nella Guida Scolastica di Santillana, che viene distribuita agli studenti, insieme ad una pagina di istruzioni su come utilizzarli per diagnosticare la presenza di un disturbo della vista il più precocemente possibile.

Politibooks, di El Ciudadiano, è un’altra campagna americana concepita per aumentare la consapevolezza dei bambini, ma, questa volta, per quanto concerne la situazione politica locale del Cile. Politbooks prende cinque scandali politici e li trasforma in raccontini scanzonati narrati con “un linguaggio semplice e giocoso”, per aiutare i bambini a comprendere il mondo che li circonda.

Politibooks ha vinto il Leone di Bronzo a Cannes, mentre Paper Glasses è stato insignito di quello d’Argento: fantastici esempi di come le campagne creative possano incidere sulla vita dei bambini.

Scopri di più sui Leoni di Cannes qui.