La consegna a domicilio è uno dei fattori fondamentali di crescita per l’e-commerce internazionale

08 giugno, 2016

consegna a domicilio e-commerce

I consumatori chiederanno sempre più un servizio migliore. Che si tratti della spedizione gratuita, di più opzioni di consegna o, semplicemente, di un maggior assortimento di prodotti da acquistare. Scopri perché la consegna a domicilio sta crescendo velocemente in tutti i mercati e-commerce europei.

Se è vero che l’e-commerce continua ad aumentare la propria quota sul totale del mercato delle vendite al dettaglio, dando un’occhiata più da vicino ai dati di settore è possibile scoprire i fattori che costituiscono il motore di questa crescita: non si tratta soltanto di una maggior penetrazione della banda larga, ma anche di una modificazione nelle convinzioni base del consumatore. La fiducia ha preso il posto della preoccupazione, e per i commercianti è stata alzata l’asticella.

I clienti hanno maggior aspettative per quanto concerne come e quando desiderano ricevere la loro merce. In Francia, per esempio, una recente ricerca ha dimostrato come i consumatori francesi siano più fiduciosi e meno timorosi di acquistare online rispetto agli abitanti di altri Paesi. Sono anche attratti dalla consegna a domicilio e da altre opzioni flessibili di consegna. I clienti chiedono sempre di più al settore dell’e-commerce, da tempi di spedizione più rapidi ad opzioni di consegna che garantiscano maggior certezza e sicurezza. Secondo una recente stima di Barclays, nel 2013, i prodotti ordinati online hanno generato poco più di un miliardo di consegne; si prevede che per il 2018 questo dato salga del 28,8% fino a raggiungere gli 1,35 miliardi.

Riceverlo a casa

La consegna a domicilio costituisce un fondamentale fattore di crescita per l’e-commerce internazionale. Per esempio, secondo una ricerca condotta da Statista, l’83% degli intervistati in Francia, durante la prima metà del 2015, all’atto dell’acquisto di beni o servizi online ha scelto la consegna a domicilio. Nel contempo, il 66% ha scelto la consegna presso un punto di ritiro, mentre il 26% ha preferito la consegna presso il negozio.

La consegna a domicilio è la prima scelta degli acquirenti online in fatto di opzioni di consegna anche nel resto d’Europa, comprese Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Regno Unito.

“Sempre più consumatori desiderano la consegna a domicilio. Ma siccome non sono a casa, non vogliono dover firmare per ritirare l’articolo, vogliono solo che venga loro consegnato”, concorda Dominik Schaller, product manager di Asendia. “Sempre più persone lavorano, per cui durante il giorno a casa non c’è nessuno, il che significa che se la consegna non va a buon fine al primo tentativo, molti debbono recarsi presso il più vicino ufficio postale o punto di ritiro. Laddove il servizio postale nazionale può contare su una fitta rete distributiva con molti nodi, altre reti non sono in grado di fare altrettanto, per cui le persone possono ritrovarsi a dover fare 60 chilometri in auto solo per ritirare un pacco che non gli era stato consegnato dal servizio postale. E non è proprio il massimo”.

La consegna a domicilio è fondamentale per i rivenditori che vogliano inserirsi nel mercato consumer online in Francia, Europa e oltre…