La risposta di Asendia all’articolo del Daily Mail

11 ottobre, 2016

Asendia è amareggiata nell’apprendere che alcune persone hanno subito un danno in seguito a un abuso del sistema postale; e trova deplorevole la pratica di usare messaggi di posta per scopi illegali. Asendia è un’azienda dai solidi valori e con una fiera tradizione, e siamo vicini a chiunque sia stato vittima di questa attività criminale.

Asendia trasporta enormi quantitativi di posta transnazionale per migliaia di aziende rispettabili di tutto il mondo, con milioni di comunicazioni gestite ogni settimana; si tratta di corrispondenza già sigillata in partenza in buste chiuse. Le norme nazionali e internazionali sulla segretezza della posta – incluso il Postal Service Act del 2000, nel Regno Unito – non permettono ad Asendia di visionare il contenuto della spedizione che ci è consegnata dai nostri clienti. Solo il mittente, la tipografia, l’ufficio spedizioni e il destinatario possono vederlo.

Come parte dei termini e delle condizioni generali di Asendia, i nostri clienti sono tenuti ad assicurare che gli articoli spediti siano conformi a tutte le leggi e i regolamenti attinenti. Abbiamo cooperato –pienamente con Trading Standards e cesseremo di offrire i nostri servizi a qualsiasi azienda che abbia infranto la legge.

Stiamo affrontando una grande sfida per essere sempre aggiornati sull’evoluzione di queste pratiche fraudolente. Come per altri mezzi – e-mail, SMS, chiamate telefoniche, web, etc – i truffatori che usano la posta stanno diventando sempre più innovativi ed il quadro è reso più complesso dalla nostra attività, che tocca realtà molto diversificate tra di loro.

In ogni caso, Asendia è impegnata nell’assicurare che il sistema postale non sia usato in modo fraudolento, e lavoreremo a stretto contatto con altri operatori postali coinvolti nella catena di fornitura e con tutte le Autorità competenti per identificare come l’industria postale possa affrontare questa criticità nel miglior modo possibile. Continueremo a supportare agenzie come Trading Standards per incrementare la scoperta delle truffe postali.

ALTRE RICHIESTE

Ulteriori domande dovranno essere indirizzate a fraudmail@asendia.com.


Articoli correlati