Quali dogane, doveri e tasse aspettarsi quando si inviano pacchi a paesi del Medio Oriente?

08 novembre, 2019
19_53_GLOBAL_MiddleEast_Blog_5.jpg

Molti imprenditori internazionali di successo stanno sfruttando le interessanti opportunità di e-commerce in Medio Oriente.

È una regione fiorente che mostra una crescita annuale delle vendite online: il mercato e-commerce in Medio Oriente è quasi raddoppiato di dimensioni in pochi anni, raggiungendo 80 miliardi di dollari l'anno scorso.

Il Medio Oriente vanta un ricco mix di interessanti destinazioni e-commerce, ognuna con le proprie caratteristiche e modalità di business uniche. I venditori online che desiderano entrare in questi paesi devono conoscere le singole norme dei paesi target se vogliono raggiungere nuovi acquirenti.

Regolamenti di mercati specifici

Elenchiamo alcune destinazioni e-commerce in Medio Oriente e i relativi requisiti doganali, che ti daranno un'idea della quantità di regole da rispettare quando effettui consegne in questa regione:

  • Arabia Saudita: non esiste una soglia doganale in Arabia Saudita e la tariffa doganale sulla maggior parte delle merci importate è del 5%. Esiste una tariffa del 12% o del 20% su alcune importazioni per sostenere determinate industrie nazionali.
  • Gli Emirati Arabi Uniti riscuotono generalmente dazi doganali sulle merci importate al tasso del 5%, con l'esenzione in caso di spedizioni valutate al di sotto di 1.000 AED.
  • Qatar: al momento non esiste alcuna imposta sulle vendite, ma si prevede che il Qatar introdurrà un'IVA del 5% sulle merci importate.
  • Israele: Le importazioni con un valore CIF fino a 1.000 USD e con un peso fino a 30 kg sono esenti da dazi all'importazione. Tuttavia, sono applicabili l'IVA, la tassa di acquisto e la tassa di importazione.
  • L'Egitto utilizza un sistema di prezzi fissi per determinare i dazi doganali
  • Oman: nessuna imposta sulle vendite, IVA o soglia sulle merci in Oman; la maggior parte dei prodotti è soggetta a un dazio del 5%, indipendentemente dal valore.
  • Kuwait: si applica una tariffa di importazione del 5% alla maggior parte dei prodotti, mentre alcuni articoli hanno un'aliquota fiscale dal 10% al 12% per proteggere le industrie nazionali.
  • L'Unione Europea e la Turchia sono collegate da un accordo di unione doganale che copre tutti i prodotti industriali. La soglia doganale per l'applicazione delle tariffe è di 75 euro o 30 kg.
  • Bahrain: i dazi doganali sono generalmente del 5% per le merci importate, ad eccezione di alcol e tabacco, in questi casi si applicano dazi più elevati.
  • Marocco: i dazi doganali per l'importazione di merci in Marocco dipende dal prodotto. Esiste una tassa di importazione del 0,25% e IVA del 20% per molti prodotti (ad alcuni prodotti e servizi si applicano tasse del 7% e 14% ).
  • Giordania: i dazi doganali sono stati ridotti dal governo nel corso degli anni. Viene applicata un'imposta generale del 16% sulle vendite da importazioni (simile all'IVA) .
Distribution.svg

Asendia in Medio Oriente

Grazie alla nostra partnership con Oman Post, un corriere postale nazionale per l'Oman, Asendia ha un posizionamento unico per aiutarti a consegnare nei paesi del Medio Oriente. Combinando la nostra vasta capacità globale con la nostra esperienza locale, il nostro servizio end-to-end garantisce che la consegna in Medio Oriente sia sempre completamente affidabile ed efficiente per i tuoi clienti.


Per maggiori info sullo sviluppo della tua strategia e-commerce in Medio Oriente, contattaci oggi.