Cos’è la tassa svizzera sull’e-commerce?

08 ottobre, 2018

La Svizzera ha una popolazione di oltre 8 milioni ed è un luogo popolare per le imprese e-commerce straniere che cercano di stabilire relazioni con nuovi clienti. La comprensione delle norme e dei regolamenti locali è un elemento importante per garantire che le trattative e-commerce con la Svizzera siano semplici e senza intoppi. Familiarizzare con l'imposta svizzera sull’e-commerce è una parte fondamentale di tutto questo.

L'e-commerce in Svizzera

Il mercato e-commerce svizzero è molto apprezzato dalle imprese estere perché i consumatori locali sono molto aperti e interessati ad acquistare da brand stranieri. Il 61% degli acquisti online in Svizzera viene fatto verso aziende straniere, e questo fa della Svizzera uno dei tre più grandi mercati in Europa in termini di acquisti transnazionali. I clienti locali spendono in media 2.149€ all’anno in acquisti online e possiedono uno dei più alti poteri d’acquisto al mondo. La categoria e-commerce più popolare è l’abbigliamento. Nel 2017, il valore totale delle vendite online in Svizzera è stato di €7.4 miliardi di euro e il mercato locale e-commerce è previsto in grande crescita, di circa il 7.2% l'anno.

IVA e dazi doganali

Ogni articolo che arriva in Svizzera è soggetto a IVA e dazi doganali, e questo include le merci che sono ordinate su siti e-commerce esteri. Queste spese sono separate dall'importo addebitato per la spedizione e sono a carico del consumatore e non dell'azienda di e-Commerce. È importante tenere conto delle potenziali spese di spedizione quando si valutano gli articoli per il mercato svizzero e mostrarle in modo trasparente, in quanto i consumatori svizzeri non sono entusiasti di quelli che considerano costi nascosti.

  • IVA. Gli articoli che arrivano nel paese da un rivenditore straniero vengono addebitati allo stesso tasso degli acquisti locali offline: il 7,7%. Questo è uno dei motivi per cui la Svizzera è popolare tra i marchi stranieri, in quanto non esiste un'aliquota d'imposta punitiva se le merci non sono prodotte o vendute localmente. Una riduzione dell'aliquota IVA è disponibile quando i beni sono considerati essenziali, come ad esempio i generi alimentari. In tal caso, si applica un'aliquota del 2,5%.
  • Oltre all’Australia, la Svizzera è l’unico Paese al mondo che basa i suoi dazi doganali sul peso di un articolo anziché sul valore di ciò che c’è nel pacco. Questo vale per quasi tutti gli articoli che entrano nel paese, ad eccezione di alcuni che hanno restrizioni specifiche e sono soggetti a dazi diversi. I dazi sono sempre calcolati in franchi svizzeri e variano a seconda dell'articolo all'interno. Ad esempio, le scarpe da ginnastica hanno un'aliquota di 206 Franchi per 100 kg, mentre l'abbigliamento leggero in cotone di 171.00 Franchi per 100 kg.
  • Il valore minimo in Franchi. Quando il totale di IVA e dazi doganali ammonta a 5 Franchi o meno (per ogni importazione) l'Amministrazione doganale federale non riscuote. L'acquisto di articoli sotto questo limite può rendere l'importazione di singole merci in Svizzera molto più conveniente per i consumatori. D'altro canto, il superamento inaspettato di questo limite può portare ad un'esperienza sgradevole per il cliente.

È importante che ti assicuri di essere preparato prima di iniziare a rivolgerti ai consumatori Svizzeri con la tua attività e-commerce. L'imposta svizzera sull'e-commerce non deve essere un problema, a condizione che si capisca di cosa si tratta.


Scarica il nostro e-book

La Svizzera è tra i migliori mercati al mondo per l’e-commerce ed è solo seconda in Europa per importo annuo speso online. Ecco i dati aggiornati sulle abitudini degli acquirenti per capire come e dove investire.

Scarica ora
IT-2018-swiss-ebook.png