Preparati alle nuove regole IVA per l'e-commerce UE

24 May, 2021

E-Commerce Customs

Nell'ambito delle riforme per i processi doganali a livello europeo in materia di IVA, si stanno introducendo gradualmente nuove norme e regolamenti che cambieranno il modo in cui essa, verrà dichiarata e versata dagli e-commerce , presentano informazioni fiscali e doganali, dazi e tasse richiesti.

Questi cambiamenti sono volti a ridurre le frodi e a rendere l'intero processo doganale più veloce, facile e sicuro per i rivenditori,  i clienti  e anche per i funzionari doganali. A luglio 2021, l'UE introdurrà l'Import One-Stop Shop, o IOSS, e rimuoverà la franchigia per le spedizioni con un valore inferiore o pari a 22 euro.

New call-to-action

  • Abolizione della franchigia per spedizioni di basso valore

La franchigia per spedizioni di basso valore ,era destinata a far risparmiare tempo ai funzionari doganali durante il controllo dei pacchi , ma in realtà lasciava molti rivenditori europei in svantaggio dovendo pagare l'IVA sulle merci con destinazione UE. Le nuove regole renderanno i pagamenti dell'IVA più equi per tutti.

Le nuove norme sull'IVA interesseranno le spedizioni B2C di merci standard (merci non soggette ad accisa come l'alcol) importate nell'UE e valutate a 150 euro o meno. Il limite esistente per le vendite a distanza di beni all'interno dell'UE sarà sostituito con una nuova soglia a livello europeo di 10,000 euro.

  • IOSS

Lo schema Import-One Stop Shop (IOSS) si basa su un portale elettronico attraverso cui i rivenditori online potranno dichiarare e pagare l'IVA.

Questo significa che gli addebiti IVA saranno chiaramente visibili per i clienti  che potranno verificare che l'addebito venga effettuato una sola volta al termine dell'acquisto, permettendo di evitare costi nascosti per i clienti e-commerce.

La registrazione IOSS non è obbligatoria, ma può rendere il processo di pagamento dell'IVA più facile e semplice. La registrazione è aperta dal 1° aprile, ma l'IOSS non sarà implementato fino al 1° luglio.

New call-to-action
  • Marketplace

Per i rivenditori e-commerce che vendono attraverso i marketplace, le nuove regole significano che la piattaforma che facilita le vendite e-commerce sarà responsabile dell'addebito e della riscossione dell'IVA a partire dal 1° luglio, agendo come il presunto fornitore per le spedizioni di basso valore.

  • Sostenere le aziende e-commerce

Asendia sta lavorando sodo per prepararsi ai cambiamenti, adattando i nostri sistemi di spedizione e migliorando i nostri servizi e trattamenti dei dati in tempo per il 1° luglio 2021.

Per assicurarci che non ci siano ritardi per i nostri clienti, stiamo fornendo soluzioni con oneri doganali prepagati ma anche soluzioni doganali con pagamento a destino (sia che ti registri a IOSS o no), supporto nella presentazione di Dati Elettronici Anticipati e raccomandazioni di intermediari IOSS. Stiamo anche sviluppando componenti aggiuntivi e portali web per garantire una transizione ininterrotta per i clienti Asendia, e vi terremo aggiornati sulle ultime norme e regolamenti durante tutto l'anno. Per maggiori informazioni sull'IOSS e le nuove regole sull'IVA, visita la nostra pagina dedicata.

 

 

Related Asendia Insights
17/10/2022

Chilly’s sfida “i grandi dell’acqua”

Chilly’s, azienda che si occupa di stile di vita riciclabile e cliente di Asendia, la cui missione è accelerare l’adozione e l’uso quotidiano di prodotti…

14/10/2022

Asendia è stata inserita nella shortlist per il premio “Risultato…

Visto il nostro impegno verso la sostenibilità, è meraviglioso essere stati inseriti nella shortlist nella categoria “Successo ambientale dell’anno” ai…

12/10/2022

Come avviene la misurazione dell'emissione di carbonio di un pacco…

Mentre cresce l’attenzione alla sostenibilità nel settore delle spedizioni, è sempre più importante che i rivenditori e-commerce utilizzino delle metriche…